3 Ricette Semplici e Sfiziose con le Code di Gambero

3 Ricette Semplici e Sfiziose con le Code di Gambero

Amate dai piccoli per il loro gusto dolce e dai grandi per la loro raffinatezza, le code di gambero sono deliziose e si prestano a molti usi in cucina. Il filo conduttore di questi piatti che celebrano le code di gambero è la versatilità.

Gli ingredienti possono essere sostituiti a seconda delle esigenze e della stagionalità, come suggerito negli stessi procedimenti. La cucina può essere creativa e semplice al tempo stesso, come vedremo in queste tre ricette sfiziose a base di code di gambero.

Antipasto con Ceci e Code di Gambero

Quello tra legumi e gamberi è un matrimonio di gusto tanto inaspettato quanto delizioso. Per esaltare la grandissima versatilità dei ceci e il loro gusto delicato che non sovrasta quello altrettanto tenue delle code di gambero, meglio puntare su una ricetta in cui gli ingredienti vengono lavorati poco e mantenuti il più possibile neutri.

Ecco dunque che chi desidera creare un antipasto per quattro persone davvero raffinato, anche da servire in versione finger food:

  • Unire mezzo chilo di ceci già cotti e un paio di cucchiaini di salvia tritata molto finemente in un robot da cucina.
  • Frullare il tutto versando a filo circa tre cucchiai di olio extravergine di oliva.
  • Una volta ottenuta una crema, la cui densità può essere regolata eventualmente con l’aggiunta di poca acqua calda a seconda delle preferenze, aggiustare di sale e pepe e versare in ciotoline monoporzione.
  • Nel frattempo scaldare una piccola noce di burro in padella e aggiungere dodici code di gambero ben pulite, cuocendo a fiamma viva per non più di 5 minuti.
  • Quando sono cotte, vanno disposte sopra la crema di ceci: queste coppette riescono a stupire gli ospiti per il contrasto di consistenze tra la leggera e gradevole gommosità delle code di gambero, la croccantezza dovuta alla cottura a fuoco vivace e la soffice morbidezza della crema di ceci.
  • In pochi minuti diventa possibile portare in tavola un antipasto economico e molto gustoso. Inoltre, è possibile sostituire i ceci con fagioli cannellini, bianchi di Spagna e borlotti, un aspetto che rende questo antipasto ancora più versatile.

Un primo sostanzioso d’ispirazione esotica

Dalla jambalaya alla paella, le ispirazioni per questo piatto semplice e sfizioso al tempo stesso spaziano dalla cucina creola fino alla più vicina gastronomia iberica.

Questa pietanza a base di riso, carne, verdure e code di gambero può essere modificata a seconda delle preferenze, sostituendo la salsiccia con dei bocconcini di pollo, oppure i pomodorini con delle zucchine.

  • Scaldare un cucchiaio di olio extravergine di oliva in una padella larga e dai bordi alti e tostare leggermente un paio di cucchiai rasi di paprika affumicata non piccante.
  • Rosolare 200 grammi di salsiccia, sgranando leggermente con una forchetta e aggiungere un altro filo d’olio.
  • Rosolare fino a doratura e rimuovere la salsiccia con l’aiuto di un mestolo forato, tenendo da parte.
  • Nella stessa padella soffriggere mezza cipolla dorata e uno spicchio d’aglio finementi tritati con un peperone rosso e un gambo di sedano tagliati a dadini piccoli fino a che la cipolla non risulterà appassita.
  • Unire 200 grammi di pomodorini, aggiustando di sale e pepe, lasciando cuocere poi per 5 minuti, avendo cura di mescolare di tanto in tanto.
  • A questo punto aggiungere 240 grammi di riso e coprire con abbondante brodo vegetale.
  • Lasciar sobbollire per circa un quarto d’ora mescolando di tanto in tanto fino a quando il liquido non sarà completamente assorbito.
  • Unire le code di gambero ben pulite al riso, mescolare con delicatezza e coprire.
  • Lasciar cuocere al massimo per 6-7 minuti, finché i gamberi non saranno cotti.
  • Aggiustare se necessario con sale e pepe, aggiungere qualche cucchiaio di prezzemolo fresco tritato e servire direttamente in tavola.

Insalata tropicale di code di gambero

Nutriente e colorato, questo piatto può sostituire un secondo a base di carne grazie al suo apporto calorico e alla capacità di ridurre il senso di sazietà.

Per 4 persone:

  • Prendere 16 code di gambero ben pulite e condirle con olio extravergine d’oliva, sale e pepe.
  • Sgusciare e privare del nocciolo un avocado di grandi dimensioni, ricavando delle fettine sottili.
  • Scaldare una griglia e cuocere le code di gambero e le fette di avocado, tenendo da parte.
  • Tagliare un mango maturo (o una pesca noce nel caso se si preferisce) a piccoli dadini e versarlo in una ciotola capiente.
  • Unire al mango 100 grammi di germogli di soia, 150 grammi di rucola e 150 grammi di misticanza.
  • Versare nella ciotola anche le code di gambero e l’avocado, aggiungendo circa 100 grammi di anacardi tostati (o in alternativa arachidi salate) previamente tritati in modo grossolano.
  • Completare con una salsa emulsionata di due cucchiai di olio extra vergine di oliva, un cucchiaio di succo di limone, uno di miele e uno di salsa di soia.

© 2022 Valtiberinafoodguide.it