Uova Sode con Hummus

Uova Sode con Hummus Colorati

Questo piatto ad alto tasso di creatività è ideale per chi segue una dieta che privilegia le proteine e limita il ruolo dei carboidrati, così come per convinvere i più piccoli a mangiare un po’ di verdura.

Per ottenere 30 pezzi, ideali da servire come aperitivo anche durante una festa che coinvolge bambini e ragazzi, sono necessarie 15 uova sode accuratamente sgusciate.

Data la semplicità della ricetta è importante che queste siano di buona qualità, freschissime e preferibilmente provenienti da allevamenti biologici e da filiera tracciata.

Come prima cosa preparare scavare i tuorli e preparare l’hummus frullando 500 grammi di ceci già lessati con 80 ml d’olio extravergine d’oliva, sale, pepe, due cucchiai di succo di limone e un cucchiaio di cumino, che può essere sostituito con una spezia diversa nel caso il cumino non piaccia.

Dividere la base in tre ciotole e procedere con la preparazione del ripieno verde, unendo all’hummus due cucchiai di formaggio fresco spalmabile, 150 g di spinaci lessati e ben tritati, sale e pepe.

Nella seconda ciotola preparare il ripieno viola tagliando una barbabietola piccola precotta in cubetti e frullandola assieme a due cucchiai di formaggio spalmabile e un filo d’olio extravergine d’oliva. Unire il composto viola ottenuto all’hummus di ceci.

Nella terza ciotola aggiungere all’hummus due carote di medie dimensioni precedentemente lessate e frullate ancora calde con uno spicchio d’aglio e due cucchiai di olio extravergine d’oliva.

Con un cucchiaio o una sac a poche riempire rispettivamente con ogni ripieno dieci pezzi e servire su un grande vassoio.

Asparagi e uova sode in versione mignon

Grande classico della tavola primaverile, soprattutto al Nord Italia, un piatto di asparagi e uova rappresenta il culmine della semplicità.

Si tratta di un piatto indicato anche a coloro che seguono un regime alimentare povero di calorie, poiché privilegia l’apporto di nutrienti quali proteine, fibre e vitamine.

Per dare un tocco diverso e più moderno a questo piatto, soprattutto se si decide di servirlo durante una cena elegante, meglio puntare sul finger food, evitando di chiedere agli ospiti di pulire gli asparagi nel loro piatto.

Per realizzare questo piatto da servire come antipasto creativo oppure come pietanza durante un brunch primaverile servono 12 uova per 4 persone.

Dopo aver sgusciato le uova sode separare i tuorli dagli albumi. Mettere da parte i secondi e schiacciare i primi con l’ausilio di una forchetta.

Emulsionare con cura aggiungendo olio extravergine d’oliva, sale, pepe bianco e un trito di erbe aromatiche a piacere.

A questo punto unire 100 grammi di formaggio spalmabile o ricotta e gli asparagi precedentemente lessati e tritati in modo molto fine. Riempire gli albumi con la crema ottenuta e servire con steli di erba cipollina.

Frolla di uova sode con crema di nocciole tostate

Non solo specialità salate: le uova sode si rivelano molto utili per realizzare impasti dolci dalla consistenza gradevole e inedita al tempo stesso.

Si tratta di una versione della frolla molto adatta a coloro che preferiscono sostituire l’uovo crudo, riutilizzando magari alcuni tuorli sodi avanzati da altre ricette. Questa crostata è perfetta per tutti coloro che desiderano servire un dolce che stupisce gli ospiti.

Come prima cosa preparare la frolla versando in un robot da cucina 150 grammi di farina 00, 100 grammi di farina di mandorle, 70 grammi di zucchero a velo, la scorza grattuggiata di un limone e 4 tuorli d’uovo.

Azionare brevemente il mixer per mescolare il tutto e unire gradualmente 150 grammi di burro a pezzetti, lavorando molto velocemente l’impasto in modo tale che le lame non surriscaldino la frolla.

Formare una palla, avvolgerla in uno strato di pellicola trasparente e lasciarla riposare in frigo per almeno un’ora in modo tale che si rassodi.

Trascorso il tempo necessario, stendere l’impasto con l’aiuto di un mattarello e due fogli di carta da forno fino a ottenere un disco alto non più di un centimetro, con cui rivestire uno stampo di 24 cm di diametro precedentemente imburrato.

Coprire la pasta con carta da forno e legumi secchi (oppure con i pesi specifici venduti nei reparti casalinghi) e mettere nel forno preriscaldato a 190° C per 15 minuti.

Nel frattempo preparare il ripieno unendo un decilitro di panna, due uova, 100 grammi di zucchero semolato, 100 grammi di nocciole tritate grossolanamente e due cucchiai di crema di nocciole.

Versare il composto accuratamente mescolato nel guscio di pasta frolla, livellare con cura e infornare nuovamente per 30 minuti.

© 2022 Valtiberinafoodguide.it